Programma di Cooperazione Territoriale Europea “Grecia-Italia 2007” - 2013

Programma che rientra nell'obiettivo 'Cooperazione territoriale europea' cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR)

Il 28 marzo 2008 la Commissione europea ha approvato un programma operativo di cooperazione transfrontaliera tra la Grecia e l'Italia per il periodo 2007-2013. Il programma comporta un sostegno comunitario nel contesto del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) a determinate regioni della Grecia e dell'Italia site lungo la loro frontiera comune.
Grecia: le Prefetture di Aitoloakarnania e Achaia (Regione della Grecia Occidentale); le Prefetture di Kerkyra, Lefkada, Kefallinia e Zakynthos (Regione delle Isole Ioniche); e le Prefetture di Ioannina, Preveza e Thesprotia (Regione dell'Epiro).
Italia: le Province di Bari, Brindisi e Lecce.
Le regioni limitrofe che sono anch'esse ammissibili (possono ad esempio ricevere un massimo di 20% del finanziamento FESR destinato al programma) comprendono le prefetture greche di Ilia e Arta nonché le province italiane di Taranto e Foggia.

Map Gr-It
Il programma operativo rientra nel quadro dell'obiettivo di cooperazione territoriale europea ed è dotato di un bilancio complessivo di circa 117 milioni di euro. Il finanziamento comunitario per il tramite del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) ammonta a circa 88 milioni di euro, pari a circa l'1,0% dell'investimento complessivo EU stanziato per l'obiettivo di cooperazione territoriale europea nel contesto della politica di coesione 2007-13.

Obiettivo e finalità del programma

Il programma intende collegare mercati e comunità migliorandone l'accessibilità. Esso intende agevolare il trasferimento di know-how nelle aree interessate dall'intervento e si prefigge di porre le basi su cui creare strutture comuni per lo sviluppo sostenibile. La stimolazione del capitale umano ed economico nella regione frontaliera porterà a una più rapida integrazione nell'economia globale. Il programma migliorerà inoltre la coesione interna, renderà quest'area più attraente per gli investitori e contribuirà a proteggere l'ambiente.
L'obiettivo generale del programma è il rafforzamento della competitività e della coesione territoriale nell'area in oggetto in un'ottica di sviluppo sostenibile da realizzarsi correlando le potenzialità delle regioni ad entrambi i lati della frontiera marittima. Ciò verrà realizzato rafforzando la competitività e l'innovazione e migliorando l'accessibilità, soprattutto in relazione alle reti e ai servizi regionali. Il programma intende inoltre promuovere la qualità della vita, contribuire a tutelare e a gestire l'ambiente e accrescere la coesione sociale e culturale.

Impatto previsto dell'investimento
Il programma operativo si prefigge di correlare gli aspetti della competitività e dell'innovazione con il mercato del lavoro, migliorando l'accessibilità e la qualità della vita in tutta la regione frontaliera. Secondo un'analisi recente è evidente che l'area oggetto della cooperazione presenta certi vantaggi competitivi dovuti in parte alla sua posizione geografica nonché al turismo, al patrimonio culturale e alle risorse marine, ma essa presenta anche determinati punti deboli come ad esempio un basso prodotto interno lordo (PIL) e una spesa relativamente limitata in materia di ricerca e sviluppo.
Il programma intende valorizzare i vantaggi comparativi delle regioni per farne la base dello sviluppo futuro nella regione frontaliera. Nel contempo ci si adopererà per affrontare i punti deboli della regione.

Priorità
Il programma operativo si articola nelle seguenti priorità:

Priorità 1: Rafforzamento della competitività e dell'innovazione [circa 28,0% del finanziamento totale]
Questa priorità è imperniata sul potenziamento della competitività e delle capacità innovative delle piccole e medie imprese (PMI). Verrà posto l'accento sulla ricerca applicata atta a contribuire allo sviluppo sostenibile della regione oggetto del programma. Lo si potrà realizzare incoraggiando la cooperazione economica transfrontaliera tra gli organi amministrativi locali e rafforzando l'interazione tra le PMI, le autorità pubbliche e le organizzazioni di ricerca.
L'obiettivo principale è di incorporare l'innovazione nel processo produttivo mediante lo scambio di pratiche ottimali e di attività di formazione, con conseguente creazione di nuovi mercati e di nuove tecnologie di punta.

Priorità 2: Migliorare l'accessibilità a reti e servizi sostenibili [circa 25,0% del finanziamento totale]
L'obiettivo è di accrescere la competitività e l'efficienza dei servizi di trasporto e di comunicazione rafforzando le potenzialità di messa in rete delle istituzioni pertinenti, come ad esempio autorità portuali e aeroportuali e organismi locali di trasporti pubblici. Si dovrebbe inoltre promuovere l'integrazione strutturale mediante l'uso di nuove tecnologie nel campo delle telecomunicazioni, delle TI e dei trasporti.
Obiettivo del programma è potenziare le connessioni transfrontaliere in modo integrato e sostenibile. Esso dovrebbe inoltre incoraggiare la creazione di reti e di servizi in relazione ai trasporti, alle TI e alle comunicazioni.

Priorità 3: Miglioramento della qualità della vita, protezione dell'ambiente e promozione della coesione sociale e culturale [circa 41,0% del finanziamento totale]
Questa priorità intende migliorare la qualità della vita dei cittadini valorizzando il retaggio culturale e promuovendo l'integrazione sociale, nonché sviluppando nuovi modi per proteggere e gestire le risorse ambientali. Nell'ambito di questa priorità si tratteranno anche gli aspetti della tutela della salute pubblica e si cercherà di individuare modalità per ridurre i rischi naturali e tecnologici. Tutte queste attività si baseranno sui principi dello sviluppo sostenibile.

Priorità 4: Assistenza tecnica [circa 6,0% del finanziamento totale]
È assicurata un'assistenza tecnica per l'attuazione del programma. Il sostegno finanziario interesserà gli aspetti dell'amministrazione, del monitoraggio, della valutazione e del controllo.

Informazioni:
Autorità di Gestione del Programma di Cooperazione Territoriale Europea “Grecia-Italia 2007 - 2013"
Georgios Emmanouil, tel. +30 2310 469600, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it., Eleni Katsiyianni, tel. +30 2310 4696610, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Segretariato Tecnico Congiunto: Alessandro Salvatore Napoli (Coordinator of JTS), +30 2310 469680, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Dimitris Karavatos (Project Officer) tel. +30 2310 469614, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Dionysia Tamvaki (Project Officer), tel. +30 2310 469677, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Symi Pasalidou (Communication & Technical Assistance Officer), +30 2310 469616, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Evelyn Matiaki (Administrative Assistant), +30 2310 469607, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..">This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.. Indirizzo: 65, Georgikis Scholis Ave.- GR – 57001, Thessaloniki, Grecia - Fax: +30 2310 469 602, Sito web: www.interreg.gr

Autorità Nazionale di coordinamento in Italia
Bernardo Notarangelo, tel +39 080 5406557, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Simonetta Trivelli, tel. +39 080 5406478, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Claudio Polignano, tel. +39 080 5406552, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Giuseppe Aprile, tel. +39 080 5406543, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Cross-Border Info Point
Grazia Corigliano, tel. + 39 080 5406576, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Giuseppe Gargano, tel. +39 080 5406478, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Regione Puglia- Servizio Mediterraneo
Via Gobetti, 26 70125 Bari, Italia Fax: +39 080 5406565-Sito web: www.europuglia.it
Esperto a supporto del Segretariato Tecnico Congiunto
Domenico Zonno, tel. +39 080 5406441, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Informazioni tecniche e finanziarie
Titolo: Programma operativo 'Grecia - Italia'
Tipo d'intervento: Programma operativo
CCI: 2007CB163PO060
N. della decisione: C/2008/1132
Data di approvazione finale: 2008-03-28

 

Ripartizione delle risorse per asse prioritari 

Asse prioritario

Investimenti UE

Partecipazione pubblica nazionale

Partecipazione pubblica totale

Rafforzamento della competitività e dell'innovazione

24 907 448

    8 302 482

             33 209 930

Miglioramento dell'accessibilità a reti e servizi sostenibili

22 238 792

    7 412 931

             29 651 723

Miglioramento della qualità della vita, protezione dell'ambiente e promozione della coesione sociale e culturale

36 471 620

    12 157 206

             48 628 826

Assistenza tecnica

5 337 310

    1 779 104

             7 116 414

Totale

88 955 170

  29 651 723

             118 606 893

 

Programma di Cooperazione Territoriale Europea “Grecia-Italia 2007” - 2013   Programma che rientra nell'obiettivo 'Cooperazione territoriale europea' cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) Il 28 marzo 2008 la Commissione europea ha approvato un programma operativo di cooperazione transfrontaliera tra la Grecia e l'Italia per il periodo 2007-2013. Il programma comporta un sostegno comunitario nel contesto del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) a determinate regioni della Grecia e dell'Italia site lungo la loro frontiera comune. Grecia: le Prefetture di Aitoloakarnania e Achaia (Regione della Grecia Occidentale); le Prefetture di Kerkyra, Lefkada, Kefallinia e Zakynthos (Regione delle Isole Ioniche); e le Prefetture di Ioannina, Preveza e Thesprotia (Regione dell'Epiro). Italia: le Province di Bari, Brindisi e Lecce. Le regioni limitrofe che sono anch'esse ammissibili (possono ad esempio ricevere un massimo di 20% del finanziamento FESR destinato al programma) comprendono le prefetture greche di Ilia e Arta nonché le province italiane di Taranto e Foggia. Il programma operativo rientra nel quadro dell'obiettivo di cooperazione territoriale europea ed è dotato di un bilancio complessivo di circa 118 milioni di euro. Il finanziamento comunitario per il tramite del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) ammonta a circa 89 milioni di euro, pari a circa l'1,0% dell'investimento complessivo EU stanziato per l'obiettivo di cooperazione territoriale europea nel contesto della politica di coesione 2007-13. Read More (link)    Obiettivo e finalità del programma Il programma intende collegare mercati e comunità migliorandone l'accessibilità. Esso intende agevolare il trasferimento di know-how nelle aree interessate dall'intervento e si prefigge di porre le basi su cui creare strutture comuni per lo sviluppo sostenibile. La stimolazione del capitale umano ed economico nella regione frontaliera porterà a una più rapida integrazione nell'economia globale. Il programma migliorerà inoltre la coesione interna, renderà quest'area più attraente per gli investitori e contribuirà a proteggere l'ambiente. L'obiettivo generale del programma è il rafforzamento della competitività e della coesione territoriale nell'area in oggetto in un'ottica di sviluppo sostenibile da realizzarsi correlando le potenzialità delle regioni ad entrambi i lati della frontiera marittima. Ciò verrà realizzato rafforzando la competitività e l'innovazione e migliorando l'accessibilità, soprattutto in relazione alle reti e ai servizi regionali. Il programma intende inoltre promuovere la qualità della vita, contribuire a tutelare e a gestire l'ambiente e accrescere la coesione sociale e culturale.   Impatto previsto dell'investimento Il programma operativo si prefigge di correlare gli aspetti della competitività e dell'innovazione con il mercato del lavoro, migliorando l'accessibilità e la qualità della vita in tutta la regione frontaliera. Secondo un'analisi recente è evidente che l'area oggetto della cooperazione presenta certi vantaggi competitivi dovuti in parte alla sua posizione geografica nonché al turismo, al patrimonio culturale e alle risorse marine, ma essa presenta anche determinati punti deboli come ad esempio un basso prodotto interno lordo (PIL) e una spesa relativamente limitata in materia di ricerca e sviluppo. Il programma intende valorizzare i vantaggi comparativi delle regioni per farne la base dello sviluppo futuro nella regione frontaliera. Nel contempo ci si adopererà per affrontare i punti deboli della regione.   Priorità Il programma operativo si articola nelle seguenti priorità:   Priorità 1: Rafforzamento della competitività e dell'innovazione [circa 28,0% del finanziamento totale] Questa priorità è imperniata sul potenziamento della competitività e delle capacità innovative delle piccole e medie imprese (PMI). Verrà posto l'accento sulla ricerca applicata atta a contribuire allo sviluppo sostenibile della regione oggetto del programma. Lo si potrà realizzare incoraggiando la cooperazione economica transfrontaliera tra gli organi amministrativi locali e rafforzando l'interazione tra le PMI, le autorità pubbliche e le organizzazioni di ricerca. L'obiettivo principale è di incorporare l'innovazione nel processo produttivo mediante lo scambio di pratiche ottimali e di attività di formazione, con conseguente creazione di nuovi mercati e di nuove tecnologie di punta.   Priorità 2: Migliorare l'accessibilità a reti e servizi sostenibili [circa 25,0% del finanziamento totale] L'obiettivo è di accrescere la competitività e l'efficienza dei servizi di trasporto e di comunicazione rafforzando le potenzialità di messa in rete delle istituzioni pertinenti, come ad esempio autorità portuali e aeroportuali e organismi locali di trasporti pubblici. Si dovrebbe inoltre promuovere l'integrazione strutturale mediante l'uso di nuove tecnologie nel campo delle telecomunicazioni, delle TI e dei trasporti. Obiettivo del programma è potenziare le connessioni transfrontaliere in modo integrato e sostenibile. Esso dovrebbe inoltre incoraggiare la creazione di reti e di servizi in relazione ai trasporti, alle TI e alle comunicazioni.   Priorità 3: Miglioramento della qualità della vita, protezione dell'ambiente e promozione della coesione sociale e culturale [circa 41,0% del finanziamento totale] Questa priorità intende migliorare la qualità della vita dei cittadini valorizzando il retaggio culturale e promuovendo l'integrazione sociale, nonché sviluppando nuovi modi per proteggere e gestire le risorse ambientali. Nell'ambito di questa priorità si tratteranno anche gli aspetti della tutela della salute pubblica e si cercherà di individuare modalità per ridurre i rischi naturali e tecnologici. Tutte queste attività si baseranno sui principi dello sviluppo sostenibile.   Priorità 4: Assistenza tecnica [circa 6,0% del finanziamento totale] È assicurata un'assistenza tecnica per l'attuazione del programma. Il sostegno finanziario interesserà gli aspetti dell'amministrazione, del monitoraggio, della valutazione e del controllo.   Informazioni:  Autorità di Gestione del Programma di Cooperazione Territoriale Europea “Grecia-Italia 2007” - 2013 Georgios Emmanouil, tel. +30 2310 469600, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it., Eleni Katsiyianni, tel. +30 2310 4696610, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Segretariato Tecnico Congiunto: Eleni Katsiyianni (Coordinator of JTS & Head of Unit B2 of MA), +30 2310 469610, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Dimitris Karavatos (Project Officer) tel. +30 2310 469614, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Dionysia Tamvaki (Project Officer), tel. +30 2310 469677, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Symi Pasalidou (Communication & Technical Assistance Officer), +30 2310 469616, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Evelyn Matiaki (Administrative Assistant), +30 2310 469607, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.. Indirizzo: 65, Georgikis Scholis Ave.- GR – 57001, Thessaloniki, Grecia - Fax: +30 2310 469 602, Sito web: www.interreg.gr     Autorità Nazionale di coordinamento in Italia Bernardo Notarangelo, tel +39 080 5406557, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Simonetta Trivelli, tel. +39 080 5406478, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Claudio Polignano, tel. +39 080 5406552, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Giuseppe Aprile, tel. +39 080 5406543, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Cross-Border Info Point Grazia Corigliano, tel. + 39 080 5406576, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Giuseppe Gargano, tel. +39 080 5406478, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Regione Puglia- Servizio Mediterraneo, Via Gobetti, 26 70125 Bari, Italia Fax: +39 080 5406565-Sito web: www.europuglia.it Esperto a supporto del Segretariato Tecnico Congiunto Domenico Zonno, tel. +39 080 5406441, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.   Informazioni tecniche e finanziarie Titolo : Programma operativo 'Grecia - Italia' Tipo d'intervento : Programma operativo CCI : 2007CB163PO060 N. della decisione : C/2008/1132 Data di approvazione finale : 2008-03-28